26-04-2019


Il nostro primo concerto, a Cascina Casottello.

La cosa più strana e bella che ricordo è l’assenza di ogni tipo di ansia.
Con Danilo e Stefano abbiamo subito creato un’atmosfera di leggerezza nell’affrontare l’esibizione. Succede, quando ci si fida l’uno dell’altro.
In tutto, prima di questa data avevamo suonato quattro volte: la seconda fu in occasione della nostra prima registrazione (“Tell me the truth” e “Red”). Le altre tre erano prove; ricordo l’ultima in particolare, qualche giorno prima del concerto, quando suonammo tutte e dieci le mie canzoni originali.

E questo era tutto. Voglio dire, in pratica una sola prova per quasi tutto il repertorio di un concerto. Le quattro cover eseguite (“Lovely day” e “Use me” di Bill Withers, “Inner city blues” di Marvin Gaye e la ballad “Cry me a river”) furono completamente improvvisate durante la serata.
E hanno funzionato!

L’emozione è stata grande, accompagnata dalle bellissime irripetibili imperfezioni della prima volta.
E la voglia di tornare a suonare lo è ancora di più.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close